Visita l’immobile

Sarà amore a prima vista

MA PRIMA DI DIRE SÌ, ASSICURATI CHE DURI (QUASI) PER SEMPRE.

La visita all’immobile è un momento cruciale in cui le aspettative incontrano la realtà. Può bastare uno sguardo per restare ammaliati, ma conviene riuscire ad andare oltre. Bastano pochi semplici suggerimenti per rendere matura l’analisi e la valutazione delle condizioni già dal primo appuntamento.

Tieni ben a mente:
non illuderti di poter cambiare
alcune sue caratteristiche
Cosa guardare

Saprai rispettare le regole stabilite prima che tu entrassi nella sua vita?

Scegliere una casa significa accettare l’ambiente in cui è inserita: il condominio.

In primis il suo stato, successivamente conviene richiedere:

  1. di aver accesso al regolamento;
  2. di conoscere il valore delle spese condominiali e la dilazione dei pagamenti;
  3. di visionare le polizze assicurative del condominio.

Tra le informazioni utili per la valutazione, ricorda di verificare:

  1. ultima ristrutturazione del tetto, facciata esterna, interna e vano caldaia;
  2. età della caldaia condominiale ed eventuali termovalvole e contabilizzatori;
  3. parametri di ripartizione di quota fissa e variabile per condomini con riscaldamento centralizzato e termovalvole;
  4. manutenzione ordinaria o straordinaria dell’ascensore e possibile installazione dove non c’è;
  5. presenza di portineria ed eventuali orari;
  6. presenza posteggio biciclette;
  7. possibili ricavi del condominio da locazione di locali o da pubblicità e affissioni;
  8. eventuale antenna di gestore telefonico sul tetto del condominio.
Cosa guardare

Quello che c’è intorno a lei ti assomiglia?


Fa‘ un giro in zona, raccogli informazioni sui servizi nelle vicinanze. Se hai particolari esigenze, accertati che possano essere soddisfatte entro pochi chilometri dall’indirizzo: alla lunga potresti stancarti di non avere a portata di mano ciò che desideri. Fai una ricerca e scopri se sono previsti interventi di riqualificazione: il valore dell’immobile, in futuro, potrebbe aumentare.

Periferica
Semi-periferica
Centrale
Zona Periferica

Pro

  • Prezzi accessibili
  • Spazi esterni più ampi

Contro

  • Isolamento
  • Inferiore valore di rivendibilità
Zona Semi - Periferica

Pro

  • Equa distanza da movida e tranquillità
  • Prezzi medi

Contro

  • Scarsità zone verdi
  • Meno servizi rispetto al centro
Zona Centrale

Pro

  • Prossimità di punti d’interesse
  • Zona a traffico limitato

Contro

  • Prezzo elevato
  • Difficoltà di parcheggio

Chi prima arriva meglio alloggia?


Ebbene sì, i vicini di casa sono arrivati prima di te e non sai quando andranno via.

  1. Scambia quattro chiacchiere con il custode;
  2. Fai il pieno di tolleranza;
  3. Instaura fin da subito un rapporto di reciproco rispetto.

Quanto è importante che sia solare?


Valuta al meglio l’esposizione, a maggior ragione se la casa ha balconi o terrazzi; se la casa è esposta a sud-ovest, puoi risparmiare sul riscaldamento autonomo.

Ricorda! Se si tratta di un condominio, ogni appartamento ha una sua esposizione. Durante la visita dell’immobile, attiva la bussola del tuo smartphone; orientarsi fin da subito in quella che potrebbe essere la tua casa è molto importante.

N S E O

Nord

I locali esposti a nord sono i meno luminosi e i più freddi.

Sud

È l’esposizione ideale per rendere le stanze soleggiate sia in estate che in inverno.

Ovest

È il lato più esposto alle intemperie, molto soleggiato il pomeriggio.

Est

È il luogo ideale dove sistemare le tue piante, saranno sane e rigogliose.

Cosa guardare

Mani fredde, cuore caldo?


Controlla se il riscaldamento dell’abitazione sia autonomo o centralizzato; verifica se sia a pavimento, soffitto o se in casa siano presenti i termosifoni.

Fa’ attenzione! Gli impianti a pavimento di vecchia generazione possono causare, alla lunga, disturbi di circolazione sanguigna alle gambe. Nel caso di riscaldamento centralizzato a pavimento non è possibile l’installazione di termovalvole.

Tra te e la vostra felicità ci sono degli ostacoli?


Alcuni muri, quelli portanti, e le colonne non possono essere abbattuti. Verifica subito quali siano, ancor prima di immaginare di allargare gli spazi o semplicemente di distribuirli in modo differente.

Ti sei sentito
subito a casa?

Si

Se appena varcata la soglia ti sei già immaginato sul tuo divano, quella potrebbe essere la casa giusta e se già adori anche gli arredi, prova a chiedere all’agente se il proprietario vuole liberarsene; la risposta potrebbe sorprenderti.

No

Se invece le vibrazioni non sono buone, non temere, la prima impressione non è sempre quella corretta; concediti il giusto tempo per le tue valutazioni.

Guarda e cambia

Alla trascuratezza c’è sempre rimedio.


section-3-img

Non tutti gli immobili sul mercato sono forniti di impianti elettrici a norma e il venditore non è tenuto a garantirne la conformità prima del passaggio di proprietà.

Il buon agente immobiliare è capace di:

  • darti tutte le informazioni utili a riguardo;
  • indicarti anche se l’intero complesso condominiale è conforme alle più recenti normative.

Impiega le energie per quello che più ti piace


Intervenire sulla classe energetica prima di trasferirsi, permette di evitare dispersione di soldi ed energie nel tempo. Acquistare o rendere una casa ecologica, implica maggiori costi iniziali, ma:

  1. riduce lo sfruttamento delle energie esauribili;
  2. evita lo spreco di denaro nel tempo;
  3. garantisce la rivendibilità futura.

L’agente è in grado di fornirti le dritte giuste per migliorare la classificazione energetica dell’abitazione.

Classe A+

Un immobile di classe A+ richiede un consumo di < 15 KiloWattora per metro quadrato all’anno.

Classe A

Un immobile di classe A richiede un consumo di < 35 KiloWattora per metro quadrato all’anno.

Classe B

Un immobile di classe B richiede un consumo di < 50 KiloWattora per metro quadrato all’anno.

Classe C

Un immobile di classe C richiede un consumo di < 75 KiloWattora per metro quadrato all’anno.

Classe D

Un immobile di classe D richiede un consumo di < 100 KiloWattora per metro quadrato all’anno.

Classe E

Un immobile di classe E richiede un consumo di < 125 KiloWattora per metro quadrato all’anno.

Classe F

Un immobile di classe F richiede un consumo di < 150 KiloWattora per metro quadrato all’anno.

Classe G

Un immobile di classe G richiede un consumo di < 175 KiloWattora per metro quadrato all’anno.

A+
A
B
C
D
E
F
G
Guarda e cambia

Cambia il suo look senza stravolgere la sua natura.

Interventi possibili:

Pavimento

Rimuovere e sostituire il pavimento o sovrapporne uno nuovo

INFISSI ESTERNI

Cambiare gli infissi esterni

Impianto elettrico

Revisionare e nel caso mettere a norma l’impianto elettrico

porta d’ingresso

Sostituire la porta d’ingresso, se non è sicura, con una blindata

PORTE INTERNE

Scegliere le porte interne secondo il gusto personale

IL BAGNO

Ristrutturare o semplicemente arredare il bagno

caldaia, boiler, scaldabagno

Controllare ed eventualmente sostituire caldaia autonoma, boiler elettrico e scaldabagno

muffe e insonorizzazione

Ripulire dalle muffe e, volendo, insonorizzare le pareti.

Cosa chiedere
Ti piace tanto:
Inizia a conoscerla meglio
Cosa chiedere

E se fosse troppo grande per me?


Questo puoi saperlo solo tu. Chiedi le misure di ogni stanza e verifica sulla planimetria catastale la distribuzione degli spazi. Chiedi poi la visura catastale  dove indicata la metratura commerciale, che si calcola così:
tabella (1)-2

Cosa chiedere

Per te la sincerità è tutto?


Il tuo agente immobiliare e l’attuale padrone di casa sanno già se ci sono degli interventi di ristrutturazione imprescindibili. Chiedi senza indugio e, in tal caso, valuta di effettuare un sopralluogo successivo con un esperto che possa aiutarti a verificarne la reale fattibilità.

E se fosse già impegnata?


Effettivamente l’oggetto del tuo desiderio potrebbe non essere disponibile fin da subito. Pazienza, capita, ma conviene avere le idee chiare su quali siano i tempi per poter entrare in possesso dell’immobile.

Un buon agente immobiliare saprà coordinare le necessità delle parti e le tempistiche della compravendita, qualora possibile.

Vivi il presente, ma già pensi al futuro?


Richiedi gli ultimi tre verbali dell’assemblea condominiale: scoprirai se tutti i vicini assolvono i loro doveri di pagamento che, se insoluti, potrebbero ricadere proporzionalmente sulla rata dei condomini paganti.

Porta con te

Ora sei pronto: sai bene cosa osservare e cosa richiedere al padrone di casa o all’agente immobiliare per una valutazione serena e consapevole.

Porta con te il tuo smartphone o il tablet per poter spuntare direttamente sullo schermo quali siano le caratteristiche presenti nell’immobile che stai visitando, oppure stampa la lista e non dimenticarla prima dell’appuntamento.

ULTIMO SUGGERIMENTO


Torna a rivedere la casa in diversi momenti della giornata e capirai molte cose in più: quanto è luminosa al mattino o rumorosa negli orari di punta.

Stai per fare una scelta importante, non devi assolutamente temere di chiedere al tuo agente o al padrone di casa di fare qualche ulteriore visita.

Da Guardare

  • Condominio
  • Zona
  • Esposizione
  • Riscaldamento
  • Muri portanti e colonne
  • Prima impressione
  • Impianti elettrici
  • Classe energetica
  • Interventi possibili

Da Richiedere

  • Planimetria catastale
  • Interventi imprescindibili
  • Tempistiche compravendita
  • Ultimi verbali assemblee

Ruota il tuo dispositivo

Per una migliore esperienza di navigazione passa alla visualizzazione a schermo intero cliccando qui

i

Intesa Sanpaolo Casa è una società del gruppo

Intesa Sanpaolo Casa è una società del Gruppo Intesa Sanpaolo. Al fine di escludere i potenziali conflitti d’interessi connessi all’appartenenza della Società al medesimo Gruppo cui appartengono le Banche del Gruppo, l’attività di intermediazione immobiliare e quella bancaria sono mantenute distinte mediante l’adozione di specifici presidi volti ad assicurare la separatezza fisica, operativa/gestionale ed informatica tra Intesa Sanpaolo Casa e le Banche del Gruppo.