Il mutuo

Insieme si può

Nulla diventa impossibile

Acquistare casa è un impegno finanziario importante. Se non si dispone della somma necessaria si può ricorrere al finanziamento di una banca che, valutata la condizione economica dell’acquirente e definita la sostenibilità del piano di rimborso, mette a disposizione l’importo richiesto, permettendo all’acquirente di restituirlo nel tempo.

Capire il mutuo

Conviene conoscersi bene.
Come due vecchi amici.


Il mutuo ipotecario è un finanziamento che puoi richiedere per acquistare, costruire o ristrutturare un immobile. Viene detto ipotecario perché il rimborso del debito è garantito da un’ipoteca sull’immobile per cui viene richiesto.

L’importo si riceve in un’unica soluzione da rimborsare nel tempo, con rate di importo costante o variabile; nel caso di costruzione o ristrutturazione, l’importo può essere erogato anche quando i lavori sono già iniziati.

Capire il mutuo

Come richiederlo e ottenerlo

Assicurarsi di poter sostenere la rata

Sottoscrizione della domanda

Estinzione del mutuo

Il rogito notarile

Mutuo e ipoteca

Assicurarsi di poter sostenere la rata


Può sembrare banale, ma prima di accendere un mutuo, è indispensabile assicurarsi di poter sostenere le rate senza che queste incidano troppo sulla vita di tutti i giorni.

La banca ti accompagnerà in questa fase

  • consigliandoti nella scelta del tasso;
  • indicandoti il finanziamento più adatto alle tue caratteristiche;
  • valutando insieme una durata che ti permetta di avere una rata compatibile con le tue esigenze.

Sottoscrizione della domanda


A questo punto potrai procedere a sottoscrivere la domanda presso l’istituto di credito che hai scelto. Ogni banca, a sua discrezione, ti chiederà di raccogliere e consegnare una precisa documentazione per poter valutare la fattibilità della tua richiesta.

Estinzione del mutuo


All’estinzione del mutuo, corrisponderà la cancellazione dell’ipoteca.

Il rogito notarile


La valutazione della banca considera diversi aspetti, i principali sono la capacità di rimborsare la somma mensile e la regolarità edilizia dell’immobile. Se la tua domanda viene approvata si procederà al rogito notarile.

La stipula del mutuo di solito avviene contestualmente all’atto di compravendita in modo da garantire:

  • al venditore di ricevere il pagamento;
  • all’acquirente di diventare proprietario;
  • alla banca di avere il diritto di iscrivere l’ipoteca sull’immobile.

Mutuo e ipoteca


L’iscrizione dell’ipoteca sull’immobile viene effettuata subito dopo la stipula dell’atto di mutuo, ma la sua efficacia decorre dopo dieci giorni. Di norma, l’erogazione del finanziamento avviene al momento della sottoscrizione dell’atto di mutuo, ma in alcuni casi, considerando i tempi necessari per il consolidamento dell’ipoteca, l’importo viene messo a disposizione del cliente quando l’ipoteca è efficace.

 

Capire il mutuo

Documentazione da verificare

Anagrafica
  • Carta d’identità e codice fiscale
  • Certificato contestuale (residenza e famiglia)
  • Permesso di soggiorno (per i cittadini extracomunitari)
  • Eventuale omologa di separazione o sentenza di divorzio
  • Estratto dell’atto di matrimonio
Reddituale

Per i lavoratori dipendenti

  • Ultimo 730 o CUD
  • Ultime buste paga
  • Eventuale dichiarazione di anzianità lavorativa

Per i lavoratori autonomi

  • Ultimi due Modello Unico completo (anche con F24)
  • Iscrizione all’albo professionale
  • Ultima dichiarazione dei redditi della Società (se società di persone)
  • Certificati di eventuali altri redditi non rientranti nell’ultimo CUD o 730
Dell'immobile
  • Compromesso o preliminare di acquisto
  • Planimetria dell’immobile o schede catastali
  • Copia dell’atto di provenienza
  • Concessione edilizia, copia d’ufficio della visura catastale e tipo di mappa del catasto terreni vigenti
Approfondimenti

Mettiamo tutto nero su bianco.
Patti chiari, amicizia lunga.

L’utilizzo del capitale in prestito ha un prezzo, l’interesse, e una sua misura: il tasso di interesse. Ed è proprio in base al tasso che si quantificano gli interessi in un determinato intervallo di tempo che può essere mensile, trimestrale, semestrale e annuale. A seconda del tasso di interesse, esistono diversi tipi di mutuo.

Conviene sempre controllare che il mutuo proposto abbia un tasso iniziale, detto di ingresso, più basso per le prime rate rispetto al tasso che verrà applicato per quelle successive, chiamato tasso a regime.

In definitiva non esiste una tipologia di mutuo migliore di un’altra in via assoluta, ma la scelta dipende quindi:

  1. dalle proprie possibilità di poter far fronte all’eventuale aumento dell’importo delle rate;
  2. dalla struttura finanziaria del bilancio familiare e da fattori come la possibilità di crescita professionale e la stabilità del tuo lavoro;
  3. dai progetti futuri che possono impattare sulle risorse economiche.

A tasso fisso


L’ammontare del tasso di interesse viene stabilito nel contratto e rimane costante per tutta la durata del finanziamento.

A tasso variabile


È definito sommando lo spread a un parametro di riferimento stabilito e varia secondo l’andamento di tale parametro.

Mutuo con cap


Una soluzione a tasso variabile con la sicurezza di un tetto massimo predefinito non superabile in caso di rialzo dei tassi di mercato.

A tasso misto


L’ipotesi in cui, a seconda delle modalità stabilite nel contratto, il tasso di interesse passi da fisso a variabile o viceversa.

La vita con il mutuo

Il tuo braccio destro non ti guarda le spalle.
Ti cammina affianco andando al tuo passo.

Un buon consulente finanziario è capace di analizzare in dettaglio la tua situazione economica per quantificare l’importo di una rata sostenibile al fine di non modificare sostanzialmente il tuo tenore di vita.

Un indicatore utile per tale valutazione è il rapporto tra la rata mensile del mutuo (più l’importo mensile di eventuali impegni degli intestatari) e il reddito complessivo degli intestatari. Tale rapporto deve essere di norma non superiore al 33%.

Il programma di rimborso del finanziamento viene invece chiamato piano di ammortamento e indica nel dettaglio i futuri pagamenti che il debitore verserà alla banca. Riporta per ciascuna rata la quota capitale, la quota di interessi e il capitale residuo dopo ciascun pagamento.

...
La vita con il mutuo

Tipi di ammortamento

Ammortamento
alla francese


È un piano a rata costante che prevede la restituzione di una quota capitale più una di interessi. La somma delle quote capitale delle rate coincide con l’importo originario del finanziamento.

A rate
crescenti


È un ammortamento in cui la rata varia in funzione dell’indicizzazione del tasso di interesse predefinito e aumenta nel tempo di una percentuale determinata contrattualmente.

Ammortamento
libero


È un piano le cui rate sono composte esclusivamente della quota di interessi e il capitale può essere rimborsato liberamente entro scadenze predeterminate.

A rata fissa
e durata variabile


È un ammortamento in cui l’andamento dei tassi determina l’allungamento o l’accorciamento del piano di rimborso.

Diritti e doveri

Convivere per anni è possibile. Se ci si rispetta a vicenda.

Diritti & Doveri

I tuoi diritti
  • Ottenere tutte le informazioni relative alle condizioni economiche e contrattuali del finanziamento;
  • Ricevere comunicazioni periodiche sull’andamento del rapporto;
  • Poter trasferire il contratto presso un altro intermediario senza spese aggiuntive;
  • Estinguere in anticipo e senza penali, tutto o parte del mutuo stipulato.
I tuoi doveri
  • Fornire informazioni e documentazioni corrette e aggiornate;
  • Prestare le eventuali ulteriori garanzie necessarie per la concessione del mutuo;
  • Procedere regolarmente al pagamento delle rate.
Diritti della banca
  • Valutare l’opportunità di concedere o meno il finanziamento;
  • Richiedere l’iscrizione dell’ipoteca sull’immobile oggetto del mutuo;
  • Chiedere la risoluzione del contratto in caso di inadempimento da parte del mutuatario.
Doveri della banca
  • Fornire la documentazione e le informazioni richieste;
  • Inviare in anticipo la proposta di modifica di condizioni contrattuali.

Ruota il tuo dispositivo

Per una migliore esperienza di navigazione passa alla visualizzazione a schermo intero cliccando qui

i

Intesa Sanpaolo Casa è una società del gruppo

Intesa Sanpaolo Casa è una società del Gruppo Intesa Sanpaolo. Al fine di escludere i potenziali conflitti d’interessi connessi all’appartenenza della Società al medesimo Gruppo cui appartengono le Banche del Gruppo, l’attività di intermediazione immobiliare e quella bancaria sono mantenute distinte mediante l’adozione di specifici presidi volti ad assicurare la separatezza fisica, operativa/gestionale ed informatica tra Intesa Sanpaolo Casa e le Banche del Gruppo.